Home > Chi Siamo > FAQ

FAQ

In questo spazio riportiamo semplici ed utili risposte alle frequenti domande che il consumatore moderno si pone quando viene in contatto con alimenti speciali, prodotti da agricoltura biologica e novel foods.

 

I. Che cosa si intende per prodotto biologico?

 

I beni di consumo o le materie prime provenienti da agricoltura biologica si ottengono mediante metodi di coltivazione e/o di allevamento che ammettono il solo impiego di sostanze presenti in natura escludendo l’uso di sostanze di sintesi chimica quali diserbanti e/o insetticidi. Questo tipo di agricoltura è definita dal punto di vista legislativo a livello comunitario dai Regolamenti CE 834/07 e CE 889/08 e a livello nazionale con il D.M. 18354/09.

 

II. Come si legge l’etichetta di un prodotto biologico?

 

Quando si decide di acquistare un prodotto certificato biologico è necessario controllare che in etichetta siano riportate tutte le diciture obbligatorie ai sensi di legge. Il marchio nazionale deve essere accompagnato dalla scritta “prodotto da AGRICOLTURA BIOLOGICA” e da un codice alfanumerico di 16 cifre che indica il Paese in cui è locata l’azienda, l’organismo di controllo, il numero di matricola di registrazione e se si tratta di un’azienda che produce o che trasforma il prodotto biologico. 

Questa attenta modalità di etichettatura garantisce la qualità del prodotto da agricoltura biologica, in quanto in ogni momento è possibile risalire sia all’azienda produttrice, sia all’organismo di controllo che ha rilasciato la certificazione.

 

III. Che cosa significa Gluten-Free?

 

Il termine è riferito ai prodotti privi di glutine adatti per le persone affette da morbo celiaco. 

La celiachia o malattia celiaca colpisce l’intestino tenue, danneggiando i villi intestinali fondamentali per l’assorbimento delle sostanze nutritive contenute negli alimenti. Nella maggior parte dei casi i sintomi si presentano già in età infantile, ma oggigiorno è sempre più frequente l’insorgenza della patologia in persone in età più avanzata.

 

IV. Che cosa significa INCI in un prodotto cosmetico?

 

La nomenclatura INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è utilizzata a livello internazionale ed è volta ad identificare gli ingredienti che compongono un prodotto cosmetico.

Analogamente agli alimenti, anche nei cosmetici è consigliabile porre attenzione all’ordine in cui compaiono gli ingredienti in etichetta che è decrescente in termini di quantità. 

La dicitura “CI” seguita da una serie numerica di 5 cifre sta ad indicare la presenza di coloranti artificiali utilizzati all'interno del prodotto.

Il simbolo del vasetto aperto, ossia il logo PAO (Period after Opening), indica il periodo in mesi entro il quale il cosmetico aperto può essere impiegato in totale sicurezza. Tale logo è utilizzato a livello comunitario su tutti i contenitori primari. 

 

V. Che cosa si intende per Novel Food?

 

Novel Food è un termine che sta ad indicare i nuovi alimenti o nuovi ingredienti alimentari disciplinati a livello europeo con il Regolamento (CE) 258/97. La norma è rivolta alla tutela del consumatore in quanto impedisce la commercializzazione di prodotti e sostanze alimentari privi di una storia di consumo sicuro e “significativo” a livello comunitario a partire dal 15 maggio 1997, data in cui è entrato in vigore il regolamento.

Gli alimenti che non hanno fatto emergere difetti e/o anomalie si ritengono sicuri ed idonei alla commercializzazione. L’eventuale immissione nel mercato di nuovi “novel food” è possibile previa analisi e valutazione di idoneità da parte dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) e successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità.